La classica pedicure viene eseguita immergendo i piedi in un pediluvio con strumenti speciali. Dopodichè, lime speciali, grattugie, pinzette e forbici rimuovono lo strato ruvido della pelle dei piedi e vengono raschiati via i calli.

La procedura della pedicure classica:

1. Trattare i piedi con disinfettante, rimuovere il vecchio smalto.

2. Applicare la crema esfoliante.

3. Correggere e modellare la lamina ungueale.

4. Mettere i piedi a bagno con una soluzione speciale (sale marino o olii essenziali).

5. Trattare il piede con una lima speciale per unghie o la pomice. In alcuni casi, utilizzare strumenti speciali come forbici o addirittura lame.

6. Spingere le cuticole usando la bacchetta arancione e poi tagliarle con una pinzetta speciale.

7. Sgrassare la lamina ungueale; applicare smalto per unghie decorativo o terapeutico.

8. La procedura termina con il massaggio di piedi e dita, con l’applicazione di maschere e con la cura della pelle dei piedi.

I vantaggi della pedicure classica:

– È molto efficace contro la pelle ruvida. È in grado di sistemare anche i piedi più trascurati (in questo caso l’unica opzione è la trim pedicure).

  • accessibilità – è possibile eseguire una pedicure in qualsiasi salone a prezzi ragionevoli.

Gli svantaggi di una pedicure classica:

– risultato a breve termine. Incidere la pelle ruvida con un rasoio stimola la sua ulteriore crescita.  Non pensare che ciò sia dovuto dalla mancanza di professionalità dello specialista. È una caratteristica del nostro corpo.

• dopo la procedura si avverte una sensazione di sottigliezza della pelle. Ciò accade perchè le aree di pelle morta vengono rimosse in un’unica procedura. Nei primi giorni dopo la pedicure, questo può causare un certo fastidio.